Preghiera della serenità

Dio dammi la serenità di accettare le cose che nn posso cambiare,
il coraggio per cambiare quelle che posso
e la saggezza di comprenderne la differenza.

lunedì 28 settembre 2009

visto che qualche post adddietro avevamo parlato d'amore e più precisamente di matrimonio, vi propongo e per chi già lo conosce, ripropongo un brano del "il profeta" conosciutissimo kahlil gibran

" voi siete nati insieme, e insieme così rimarrete per sempre.
sarete insieme, quando le ali della morte dissolveranno i vostri giorni.
sempre, sarete insieme anche nella silenzionsa memoria del Signore.
ma che vi siano spazi nella vostra unione, e che i venti dei cieli danzino sempre
in mezzo a voi.

amatevi l'un l'altro, ma nn fatene una prigione, dell'amore:
e ci sia piuttosto un mare mosso tra le rive delle vs anime.
riempitevi a vicenda i bicchieri, ma nn bevetene ma da uno solo.
ognumo dia all'altro del proprio pane, ma nn mangiate mai
dall stessa pagnotta.
cantate e ballate insieme e state allegri, ma lasciate che ognuno di voi
possa star solo
come sole sono le corde del liuto, anche se vibrano insieme della stessa musica
datevi i cuori, ma l'uno nn sia rifugio dell'altro
perchè soltanto la mano della vita può contenere i vostri cuori
e state insieme, ma nn troppo vicini:
perchè le colonne del tempio stanno separate,
e la quercia e il cipresso nn crescono mai l'uno all'ombra dell'altro. "

kahlil gibran è nato in libano nel 1883 ed è morto nel 1931.
pensate quanto tempo hanno queste parole, eppure come siano ancora attuali.
forse alla prima lettura nn hanno facile comprensione, come tutti gli scritti di questo ....filosofo (??) se poi ci si sofferma a rileggerle e a meditarle, ci si
accorge di quanto siano vere e sagge.
buona settimana
kiss kiss
p.s. grazie di cuore a tutte voi che mi avete fatto gli auguri.
la mia era una domanda ironica, certo che indosserò ancora i jeans,
finche troverò la taglia adatta!!!!!!!sapete voi care donnine, che
abbigliamento sportivo o comunque giovanile è tutto della taglia
"barbie"...provare per credere..

3 commenti:

Oriana ha detto...

che bella questa poesia..che belle parole e quanto sono vere...
mmmhhhh più ci penso e più toccano il cuore...belle davvero!!

Alia ha detto...

Grazie mille per l'aiuto!! un saluto Alia del Trespolo di Anacleto

Tzugumi ha detto...

Questa poesia è splendida, ricordo che anni fa un cugino la lesse a sua moglie durante la celebrazione del loro rito nuziale e, come ovvio, commosse noi tutti con la delicatezza delle parole :)
PS: hai risolto poi con il modello del maglione senza cuciture?