Preghiera della serenità

Dio dammi la serenità di accettare le cose che nn posso cambiare,
il coraggio per cambiare quelle che posso
e la saggezza di comprenderne la differenza.

martedì 10 novembre 2009

pensavo che ieri sarebbe scoppiata la bomba, ed invece no.. nn ce l'ho fatta.
ieri mattina mi sono messa a pulire il bagno, i pavimenti e nn so perchè mi è venuto un nodo alla gola, di quelli che ti stringe tanto tanto che se nn lo lasci andare ti soffoca.e giù lacrime, ho pianto un bel pò, intanto che passavo l'aspirapolvere, intanto che aprivo le finestre, intanto che satvo vivendo, come sempre , insomma.
e mi dicevo, a mezzogiorno lo dico, lo dico a tutti, intanto che siamo a tavola, e tanti altri pensieri mi rimablzavano nella mente ... bla bla bla....
oggi è lunedì, elia è a casa dal lavoro perchè è in cassaintegrazione, quindi eravamo tutti.
ma nn c'è l'ho fatta, nn ho potuto, nn ho voluto, quando elia si è svegliato e mi ha detto il suo solito:ciao mamma... con quel sorriso, con quella luce dei ventanni negli occhi, nn me la sono sentita di scaricargli addosso i miei guai.
quando poi mi vede taciturna, musona, mi chiede sembre: mamma, cosa c'è?? nn stai bene?? , filippo, poi, con l'innocenza dei suoi otto anni, quando è tornato a casa da scuola per pranzare, mi ha chiesto: mamma, hai pianto ?? silenzio totale!!
e io, : ma che bravo, sei l'unico che si è accorto !! e ho cercato di sdrammattizzare la cosa. e poi, e poi ... la giornata è passata.

sabato pomeriggio, nell'intento di tenere la testa occupata dai miei pensieri, mi sono messa a tagliuzzare una maglietta di lorenzo, unamaglietta delle medie che ormai nn mette più, anhe se quando mi ha visto compiere questa carnificina, si è opposto!! volevo provare qualcosa di nuovo, sapete tagliare la maglietta e fare quella specie di fettuccia per fare... per fare nn ho capito ben cosa.
io volevo fare un sottopentola rosso, così, giusto per.
ed invece ho tirato fuori questo!!



anche con il coperchio!!



a cosa mi servirà, booh, nn lo so, forse per metterci le miei lacrime ??!
graziella

7 commenti:

try2knit ha detto...

Hai creato un cestino stupendo dal nulla. E io penso tu lo debba usare per metterci tutti i tuoi desideri, i tuoi sogni, l'amore per i tuoi bimbi (grandi e piccoli). Hai il potere di cambiare e quando ti sentirai pronta lo farai e sarà la scelta giusta. Ogni tanto per vedere le cose dalla giusta prospettiva bisogna semplicemente fare un passo indietro perché alla lunga si diventa un po' presbiti :)
Lo scrivi nella tua preghiera della serenità.
"il coraggio per cambiare quelle che posso".
Per i tuoi figli, sì, ma anche e soprattutto per te.
Quello che posso fare io è recitare questa poesia tutte le sere per te e con te.
S.

daniela ha detto...

coraggio Graziella. E' sicuramente un momento difficile,anch'io nei giorni scorsi mi sono trovata in una situazione molto simile. Ma dopo aver "sganciato la bomba" siamo riusciti a parlare e per ora sembra che sia migliorata la situazione. Non ti ho commentata nel post del 3 Novembre perchè mentre lo leggevo piangevo per te e per me.
Ti sono vicina e ti penso.
dada

Federica ha detto...

il cestino è troppo grazioso per riempirlo di lacrime... perchè invece non ci custodisci un progetto? un'idea, una decisione che ancora non sei pronta a realizzare, ma che va riposta con cura per quando sarà il momento... insomma, la tua riserva super segreta di energie positive... il colore mi sembra perfetto per lo scopo!
Fede

knittingturnip ha detto...

Ciao Graziella, se non ho scritto nulla sul post precedente è perchè davvero non sapevo che dire... Non perchè non mi interessa ma semplicemente perchè con le parole non sono brava e tutto quello che mi esce di bocca mi sembra sempre stupido in momenti come questo.
E' vero ci conosciamo da poco e vengo da una situazione diversa, ma vorrei davvero che tu mi sentissi vicina. Anche io da un momento all'altro cado e devo prendere la pastigliette, ma l'importante e che dopo ci rialziamo ed andiamo avanti al meglio, più forti di prima. Il male di vivere è terribile, ma almeno pensa al tuo bambino, se non per te cerca di tirati su per lui che non merita questa situzione...
E dentro al cestino rosso mettici tanto coraggio e speranza, cosi ogni tanto lo apri e ne prendi un po :).
Un bacio e un abbraccio forte forte.
Barbara

Fata Bislacca ha detto...

Cestino splendido... Magari alzando il coperchio ti accorgerai che è colmo di sorrisi... Lo spero! Un bacione, Cathy

try2knit ha detto...

Ciao Graziella, è da un po' che non ci aggiorni... tutto bene?
Baci!
Ciami

Federica ha detto...

Graziellinaaaa!! Dove sei? Sono un po' in pensiero... fatti sentire...

Fede