Preghiera della serenità

Dio dammi la serenità di accettare le cose che nn posso cambiare,
il coraggio per cambiare quelle che posso
e la saggezza di comprenderne la differenza.

lunedì 5 ottobre 2009

fermate il mondo...voglio scendere!!



ciao ragazze, è un pò che nn ci si vede, ehh, nn sono stata molto bene. le solite cose.
è cominciato giovedì, mi sono alzata e tutto mi girava, ho dato la colpa alla cervicale, povera, ogni cosa che mi capita è colpa sua!! forse perchè mercoledì avevo fatto degli esercizi particolari con la pancafit, giusto per le spalle, e ho pensato, sicuramente mi si è "mosso" qualcosa...
però nn passava, nonostante le pastiglie di vertisec che trangugio.. e poi il tutto accompagnato da uno strano tremore alle mani ...va bè, aspettiamo l'evoluzione della COSA. venerdì, addirittura nn riuscivo nemmeno a mangiare per le vertigine che avevo perchè mi davano la nausea e il vomito, quindi ingurgita anche il plasil...e si manifestano anche dei tremori alle gambe... tremori che poi diventano come dei veri e propri cedimenti... come se mi volessi lasciar cadere.
quella sensazione che il coprpo nn risponde più alla tua testa, ti dici, ma cosa succede, perchè nn riesco a camminare e mi si piegano le ginocchia?? perchè mi viene da vomitare se il mio stomaco E' VUOTO perchè nn mi viene da mangiare anche se ho fame???e queste vertigini ? nn mi permettono di fare niente, nemmeno uncinetto o battere alla tastiera, anche se ... nn ne avevo proprio voglia !!
possibile che tutto stò casino sia riconducibile alla cervicale ? ma è così devastante??...
vuoi vedere... che è un'altra cosa? la mia amica inseparabile da quasi una vita ?
che nn so cosa sia successo, ma si è fatta rivedere? forse anche a lei piace l'autunno e si presenta all'appello come le foglie che cadono??? a raccontarlo nn sembra vero , lo so, sento tutto il vs vociare che dice, che è solo la mia immaginazione, che devo farmi forza e tutto si può risolvere....
certo che si può risolvere, ma con la chimica, con l'aggiunta, oltre ai miei antidepressivi anche di un ansiolitico... una piccola , ma piccola pastiglietta azzurra(che bel colore) che per il momento mi ha tolto il tremore alle gambe e alle mani, anche se ho ancora un pò di vertigini e vado avanti con il mio vertisec due volte al giorno, perchè và tolto gradualmente, ormai sò tutto !!!!!
anzi, in un prossimo futuro, alla prossima visita medica, propongo di torgliermi l'antipressivo e prendere solo l'ansiolitico. mi sà che è più di quello che ho bisogno.
e mio marito mi dice...ma perchè adesso ? cos'è suceso di nuovo ?? che ti ha scatenato questo ??
ehhh, booh. la mente è un mistero anche per i più noti scienziati...nn so, forse le preoccupazioni? forse il fatto che dove lavora mio marito stanno per chiudere e lui si chiede DISPERATO cosa posso fare a quarantacinque anni????? chi mi assume????? come faremo?????, (quindi da lui nn ho nessun appoggio, anzi, devo essere io che lo incoraggio) forse per elia ? che ha ventunanni e nn ancora un posto di lavoro ??? come può progettare la propria vita ??? nn può nemmeno comprarsi una macchina, o semplicemente risparmiare per i suo futuro, mi dicono che è ancora giovane.. ma ventun anni, a febbraio ventidue, mi sembra che il suo futuro sia adesso... o sbaglio ? lorenzo questa settimana finisce lo stage e poi è a casa... anche lui nn trova un bel niente, e nn è per vantarmi, ma lui è bravo come grafico... ci mette davvero tanta passione e gli piace un sacco, ma ha tante potenzialità che nn può metterle a frutto. e diventa nervoso, irrascibile e si annoia....si sente inutile e svalorizzato. che futuro hanno questi giovani, trattati in questo mondo da questo stato che li chiama pure bamboccioni!!! certo, se ne stanno in casa fino a trentanni perchè nn posso permettersi di pagarsi l'affitto ed andarsene, poi, come sempre , c'è chi se ne approfitta. poi al sabato sera si ubriacano.... ma nn sarà per dimenticare che il lunedì mattina nn hanno niente da fare se nn dormire e starsene in casa a "rompere alla mamma??" si ok, ci può stare anche il volontariato, ma è adesso che loro devono lavorare per sentirsi realizzati, altrimenti quando potranno mettere a frutto i loro studi?? nn vedo un bel futuro per i ns ragazzi. forse la mia ansia nasce da lì, da questo mondo incerto, da questo futuro che nn gli posso garantire e nn so più cosa dirgli per fargli coraggio. diciotto, diciannove anni sono ancora bambinoni ma a ventidue ti dicono: MA LA SMETTI DI PRENDERMI IN GIRO ?"
le fette di salame dagli occhi se le tolgono, ma quello che gli si presenta nn è per niente quello che speravano.
e una mamma come fà a nn angosciarsi per tutto ciò??
specialmente io , già ansiosa per "una dote " che la natura ha voluto regalarmi?????
buona settimana
Graziella

8 commenti:

Oriana ha detto...

Mi dispiace sentirti così...ma ti capisco e capisco i tuoi figli..lo vivo quotidianamente sulla mia pelle...io per fortuna ho i miei lavoretti che più che guadagnare mi fanno almeno non pensare...anche per me fine settimana bruttissimo..perchè l'ansia per il nostro futuro si riversa su chi hai accanto scatenando dei veri e propri litigi...perchè, delle volte, sono così stanca di tutto questo, che mi chiedo che senso ha...e come vivremo poi...che pensione avremo se a trent'anni non hai un contributo versato???scusa lo sfogo...ma poi....ci sono momenti in cui mi dico che bisogna lottare e stringere i denti...perchè noi non dovremmo farcela???è questo che dico a voi tutti...cercate di guardare il lato positivo...anche se, a volte, è così difficile...siate uniti..sempre...baciiiii

daniela ha detto...

io ti sono vicina col pensiero. Fortunatamente,per ora, non ho di queste preoccupazioni, ma le mie ragazze sono ancora piccole, e la vita non sai mai cosa ti riserva!
Hai tutti i motivi per essere ansiosa, spero che la tua pastiglietta azzurra possa aiutarti, almeno dal punto di vista chimico!
dada

Fata Bislacca ha detto...

Accipicchia!!!! Avete tutta la mia solidarietà, per quello che può valere....
Ed un grande abbraccio per iniziare la settimana! Cathy

emme ha detto...

Ti abbraccio forte, abbraccio le tue ansie che sono le mie paure. Non oggi, ma domani sicuro. m.

barbara ha detto...

Wow, sfido che ti senta così, non è certo un momento sereno per tutti voi, mi auguro solo che presto ti cambino un pò le cose, posso solo dirti tieni duro, con affetto Barbara

Amelia ha detto...

un abbraccio forte forte e stretto stretto!!

Silvia ha detto...

mi spiace tanto che ti senti così triste, ti abbraccio forte
silvia

Federica ha detto...

Mi spiace tanto... ancora una volta il peso di tutti i problemi di una famiglia sono sulle tue - ormai provate - spalle di moglie e mamma... Il mio sincerissimo augurio che presto arrivino buone notizie.
Un bacio
Fede