Preghiera della serenità

Dio dammi la serenità di accettare le cose che nn posso cambiare,
il coraggio per cambiare quelle che posso
e la saggezza di comprenderne la differenza.

domenica 15 febbraio 2009

mi a mamma, già immobile a letto e nutrita con la peg, (un tubetto che entra direttamente nello stomaco) ieri mattina h avuto problemi respiratori, sembrava che .. insomma, ci stesse lasciando, invece avevamo in casa una bombola d'ssigeno d'emergenza ed è stata proprio utile, pechè poi piano piano si è ripresa, il dottore ha detto che ha avuto un'ischemia, infatti ancora adesso è molto confusa.
nonostante questo si preoccupa di dario, mi chiede come stà e mi fà coraggio dicendo che un mese passa in fretta.
quando ieri mattina mi hanno chiamato per dirmi che la mamma aveva l'ossigeno ecc. ecc. , mi sembrava che il mondo mi stesse crollando addosso.
anche se ha ottantanni, è parecchi anni che è ammalata, però c'è sempre, anche se nn posso certo parlare dei miei problemi perchè la farei preoccpare e niente altr, quando la vado a trovare, c'è sempre, mi accoglie sempre con un sorriso.
ultimamente è proprio tornata come una bambina, io dico che è uno scricciolo, peserà quaranta, quarantacinque chili, le piace che le si tenga la mano e essere accarezzata, una coccolona gli dico!!! ha paura, nonostante sia messa così ha paura che un giorno nn si svegli più..
ieri ho avuto tanta paura anch'io.
Graziella.

11 commenti:

daniela ha detto...

caspita Graziella! Non passavo di qua da un po' e non credevo ai miei occhi mentre leggevo il post precedente e questo. Che periodaccio!
Devi stringere i denti e tener duro, ti potrai lasciare andare quando sarai più tranquilla.Per fortuna la tua mamma è così deliziosa, ci sono tante persone che quando si ammalano si incattiviscono.
Un bacione
dada

Ory ha detto...

lo so che è un brutto periodo...ma tu devi essere forte...e goditi tutti i momenti che puoi passare insieme a lei..saranno un ricordo bellissimo..e come vedi tua mamma ti sta dimostrando quant'è forte...ogni giorno..un bacio ti sono vicina!

ssimoxxx ha detto...

Non ti conosco ma percepisco da tanti segnali quanto devi essere bella come persona!Grazie per essere passata da me,nonostante tutto questo...
La tua mamma mi ricorda tanto la mia nonnina,è stata male per tanti anni,ma mai farlo pesare,anzi era lei a dare a tutti noi gioia,forza e tanta fede!Queste sono le persone per le quali bisogna ringraziare ogni giorno e dalle quali trarre forza e amore...ancora grazie a presto Simo.

Knitaly ha detto...

Ho letto tutto, ti ammiro molto e ti lascio un pensiero forte e positivo! Sii coraggiosa.
Cristiana

Federica ha detto...

Anche se da tanto lontano, posso solo abbracciarti forte forte e coccolarti un po' come fai tu con la tua mamma...

fede

Silvia ha detto...

Ciao Graziella, lo so che è un periodo nero, ma se sei arrivata in fondo non puoi fare altro che risalire, speriamo che sia veloce questa risalita.
ti auguro il meglio
silvia

Graziella ha detto...

vi ringrazio tutte,daniela,ory, simona, cristiana , federica e silvia, può sembrare strano, ma il vostro sostegno virtuale mi aiuta.
dario è ancora in ospedale, ha fatto la risonanza magnetica ma nn c'è ancora nessun esito...la sanità...possiamo solo aspettare.
vi abbraccio.
un bacio
Graziella

Cetty ha detto...

Ti sono vicina, Dio sa quanto, e unisco le mie preghiere alle tue.
Coraggio, so per esperienza che quando arrivano tutte insieme, quasi sempre, si ha la sensazione di essere sul punto di crollare, invece si tira avanti. Vuol dire che, anche se non lo vediamo, c'e' davvero Qualcuno che ci aiuta a fare la salita.
Ti abbraccio forte
Cetty

maminat ha detto...

Ti abbraccio nuovamente anche io! Mi spiace davvero tanto, so come si sta in questi momenti e so quanta forza dia una parola amica per cui eccomi qui a dirti "FORZA, dentro di te c'è tutta la forza di cui hai bisogno e saprai tirarla fuori e farne buon uso!!!!!!".
Un bacio,
Natalia

Giulia Boccafogli ha detto...

Ciao Graziella. Ero passata per un saluto e leggendo questo post ero tentata di restare in silenzio, perchè so bene, benissimo, che quando viviamo queste cose, le parole spesso non servono, perchè semplicemente non ci sono.
Quando le persone a noi care stanno male, davvero, ogni cosa dentro di noi si spezza e trovare la forza di restare in equilibrio è difficilissimo. A volte qualcuno ci vuol far credere che l'eta' di una persona possa diminuire il dolore che si prova nel vederla star male. Non è così. Lo so bene anche io che il 21 gennaio ho perso la mia dolce nonna, che mi ha cresciuta (letteralmente), coccolata e amata a tal punto da trasmettermi tutta la sua passione per la creatività. Non ci conosciamo, è vero, ma ti sono vicina e se avessi bisogno di fare due chiacchiere, sai di avere una risorsa in piu', vera. Un abbraccio fortissimo, forza.
Giulia

Graziella ha detto...

cetty-sì, bisogna trovare la forza. i primi giorni c'è qualcuno che chiede se hai bisogno una mano, ma poi, a lungo andare si dileguano tutti.
e anch'io sono dell'idea che solo Qualcuno di grande può aiutarmi.
ti ringrazio e ti abbraccio.

maminat-grazie del tuo abbraccio.
come ho detto più volte siete voi la mia forza e voglia di reagire.
un bacio.

giulia-carissima, lo so. anche a me è già successo quando è deceduta mia zia, sorella di mia mamma a ottanttre anni che praticamente mi ha cresciuto.
tutti mi dicevano che era ua bella età, come se noi i nipoti,,, solo perchè era tanto che ci accompagnava nel cammino della ns vita, fossimo stufi di vederla. nn ci si stanca mai di amare una persona cara, anche se inferma o ammalata e magari nn ti riconosce nemmeno. solo il vederla ti fà riaffiorare tutti i bei momenti passati insieme e puoi abbracciarla ancora una volta in più...
scusa, mi sono dilungata troppo.
grazie del tuo affetto.
un bacio.
Graziella