Preghiera della serenità

Dio dammi la serenità di accettare le cose che nn posso cambiare,
il coraggio per cambiare quelle che posso
e la saggezza di comprenderne la differenza.

sabato 26 dicembre 2009




Le quattro candele, bruciando, si consumavano lentamente.
Il luogo era talmente silenzioso,
che si poteva ascoltare la loro conversazione.

La prima diceva:
"IO SONO LA PACE,
ma gli uomini non mi vogliono:
penso proprio che non mi resti altro da fare
che spegnermi!"
Così fu e, a poco a poco, la candela si lasciò spegnere completamente.

La seconda disse:
"IO SONO LA FEDE
purtroppo non servo a nulla.
Gli uomini non ne vogliono sapere di me,
non ha senso che io resti accesa".
Appena ebbe terminato di parlare, una leggera brezza soffiò su di lei e la spense.

Triste triste, la terza candela a sua volta disse:
"IO SONO L'AMORE
non ho la forza per continuare a rimanere accesa.
Gli uomini non mi considerano
E non comprendono la mia importanza.
Troppe volte preferiscono odiare!"
E senza attendere oltre, la candela si lasciò spegnere.

...Un bimbo in quel momento entrò nella stanza
e vide le tre candele spente.
"Ma cosa fate! Voi dovete rimanere accese,
io ho paura del buio!"
E così dicendo scoppiò in lacrime.

Allora la quarta candela, impietositasi disse:
"Non temere, non piangere:
finchè io sarò accesa, potremo sempre
riaccendere le altre tre candele:
IO SONO LA SPERANZA"

Con gli occhi lucidi e gonfi di lacrime,
il bimbo prese la candela della speranza e riaccese tutte le altre.

CHE NON SI SPENGA MAI LA SPERANZA
DENTRO IL NOSTRO CUORE...

...e che ciascuno di noi possa essere
lo strumento, come quel bimbo,
capace in ogni momento di riaccendere
con la sua Speranza,
la FEDE, la PACE e l'AMORE


siamo già a s.stefano, anzi, sono le cinque e già questa giornata è giunta al termine.ricordiamoci di questi giorni durante l'anno, dei tanti momenti sereni che abbiamo passato con i nostri cari, se ci sono stati.
un pensiero speciale da parte mia và a quelle persone che volenti o no, sono sole in questi giorni di festa, alle persone anziane che forse nn hanno nessuno con cui festeggiare. a quelle famiglie che forse hanno poco con cui festeggiare, hai bambini che forse hanno troppo ma nn l'essenziale, l'amore.

e con questo vi lascio.
chiudo questo blog.
lo chiudo ma per aprirne un'altro, è già parecchio tempo che ci penso, il "titolo" nn mi rispecchia più, ormai gli "angolini" sono diventati troppi e di country c'è ben poco.....c'è tanto di me!!!!
potevo cambiare solo il nome e lasciare l'indirizzo uguale, ma mi sembra una cosa nn ben fatta.
quindi questo è solo un arrivederci.
a presto.
Graziella

5 commenti:

Federica ha detto...

Allora tesorina cara aspettiamo con ansia di rivederci presto... mi raccomando però: lasciaci il link del nuovo blog, così possiamo venire a trovarti per scambiare ancora tante chiacchiere insieme. E natualmente mi aspetto di trovare una bella torta di mele e cannella appena sfornata!
Baci baci
Fede

daniela ha detto...

ciao Graziella, capisco che ogni tanto si abbia l'esigenza di cambiare qualcosa della propria vita, anche se solo virtualmente. Spero che presto ci risentiremo nel nuovo blog. Come ha scritto Federica, lasciaci il link.
Baci
dada

Oriana ha detto...

facci sapere l'indirizo del nuovo blog!!!!!!!ci conto eh? un bacione

Fata Bislacca ha detto...

Tanti tanti auguri e buon divertimeno per la nuova pagina che scriverai.... È comunque un nuovo inizio! Un caro abbraccio, Cathy

Alessia ha detto...

Grace, spero che tu sarai sempre più tu, nella nuova casa che ti costruirai in questo mondo virtuale ma sempre meno! Anno nuovo vita nuova? un cambiamento ci vuole, non vedo l'ora di venirti a trovare anche di là!
Un abbraccio
Alessia